giovedì, 28 gennaio, 2021

Cristin.Art Incisioni a mano sui bicchieri

Una passione che si trasforma in professione, la storia di Cristina e delle incisioni a mano sui bicchieri

Laureata in pittura all’accademia di Brera, Cristina ha fatto della sua passione un lavoro e del suo lavoro una passione.
Precisa, pignola e adatta ai lavori manuali, questa la sua descrizione in pochi ma chiari concetti, che rappresentano a pieno il carattere che si riversa nelle sue opere.

Dalla voglia di sperimentare qualcosa di nuovo e stanca di un lavoro poco appagante nel 2018 ha iniziato ad incidere, prima i bicchieri della credenza in cucina, poi affinando via via una tecnica sempre più precisa e professionale.

Le incisioni a mano sui bicchieri sono diventati il suo quotidiano!

“Faccio quello che mi piace” queste le frasi che ripete più volte Cristina, che continua dicendo “finalmente mi sento appagata”.

Un lavoro manuale che viene pensato e creato all’interno di una mansarda dedicata, con tutta l’attrezzatura acquistata nel corso di questi due anni.
Per incidere il vetro utilizza una penna incisoria a corrente, con delle punte diamantate intercambiabili. Punte più grosse o più fine dipendentemente dal vetro, stessa cosa per la velocità che impatta sul segno che si vuole lasciare.

Dapprima collaborando con locali della zona poi ampliando il bacino di clienti privati. tra cui molti “wine lovers” fino a collaborare con famose griffe della profumeria internazionale.

Un’estrema attenzione anche all’esperienza utente.
Il cliente viene coccolato nella scelta del bicchiere, nella tipologia e stile di scritta, con diverse prove e proposte al fine di rendere felice chi si affida alla sua mano.
Io come vedete nelle foto non ho resistito e mi sono fatto personalizzare un calice, che custodisco preziosamente nella credenza ed utilizzo solo in occasioni speciali.

Oltre alla grande passione, ciò che soddisfa maggiormente Cristina è accontentare il cliente, realizzare qualcosa di personale per la persona e ricevere fino ad oggi riscontri sempre positivi.

Alla domanda quanti bicchieri hai rotto, la risposta è stata “solo uno!”

Guarda anche...

Ultimi post

Mattinata con Nicola nell’azienda i Castagnucoli – Cinto Euganeo (Padova)

Tra i Colli Euganei la piccola azienda i Castagnucoli 07 Novembre 2020 Una partenza con il piumino per arrivare in maglietta in una mattinata di novembre...

Col del Lupo, Roveda – Vidor (Treviso)

Col del Lupo, un percorso in compagnia di Giulia, dai rifermentati in bottiglia ai Prosecchi Brut, Extra Dry e Dry 24 Ottobre 2020 Un dopo pranzo...

Due chiacchiere con Francesca Bardelli Nonino

Una chiacchierata con la sesta generazione della storica Grappa Nonino rappresentata da Francesca Bardelli Nonino Incuriosito dalla presenza nei social, tra cui LinkedIn ed Instagram...

Categorie