APPASSIONATO DI VINO - NO INFLUENCER

martedì, 16 Luglio, 2024

Azienda Agricola Cornera – Borgo San Nicolò, Alpago (Belluno)

Una splendida giornata di sole tra le vigne di Silvia e Simone nell’Azienda Agricola Cornera, sulla Conca dell’Alpago

20 Febbraio 2021

Una mattinata improvvisata, in direzione Alpago, dopo aver contattato Simone dell’Azienda Agricola Cornera, una piccola realtà in località Borgo San Nicolò.

Azienda Agricola Cornera

La giornata è delle migliori, con 14 gradi, un sole quasi primaverile e un panorama stupendo contornato dalle montagne innevate. Al mio arrivo mi accolgono Silvia, intenta a potare il vigneto e Simone, che non perde tempo e taglia un salame “de casada”, prodotto da loro.
L’accoglienza è perfetta, nella piccola casetta/magazzino situata fronte vigneti e, tra un calice ed una fetta di salame, scopro la storia di questa azienda.

Ci troviamo nella Conca dell’Alpago, dove vent’anni fa era praticamente impensabile creare un’azienda vitivinicola a causa del clima rigido, ma i due giovani, grazie anche al cambiamento climatico, hanno voluto investire in questo territorio a circa 600 metri s.l.m.
Un progetto quello dell’Azienda Agricola Cornera che ha origine nel 2013 anno in cui è stato fatto il primo impianto di Pinot Nero, vigneto voluto principalmente da Simone, il cui nonno era di Valdobbiadene; da sempre il mondo del vino ha caratterizzato il suo DNA!
L’inizio di una nuova esperienza sfidante, creando un impianto ex-novo con le proprie forze e quelle degli amici, oltre all’aiuto di qualche consulente.
All’inizio abbiamo piantato tutti i pali a mano e i trattamenti venivano fatti con l’atomizzatore a spalla!”

Con l’allargarsi dell’insediamento sono stati acquistati strumenti più moderni e un trattore per agevolare le lavorazioni dei circa due ettari che troviamo oggi.
Il terreno è principalmente argilloso con una terra molto ricca di nutrienti e con la presenza di uno scheletro formato da sassi spesso di matrice calcarea.
I primi anni si sono presentate problematiche con oidio e peronospora, oltre alla drosophila, un insetto che è stato combattuto con il solo aiuto di 350 bottiglie disseminate tra i vigneti, contenenti vino aceto e zucchero.
I trattamenti seguono principalmente i canoni della difesa integrata, evitando insetticidi, diserbi e utilizzando principalmente rame e zolfo, pur essendo un territorio estremamente piovoso (nel 2020 gli interventi sono stati 12).
Le rese in questo territorio non sono molto elevate e se le annate sono favorevoli si arriva a 40/45 quintali di uva per ettaro.

Azienda Agricola Cornera

L’idea originaria dell’Azienda Agricola Cornera era quella di produrre un Pinot Nero vinificato in rosso, faccio un piccolo spoiler poichè il progetto è in lavorazione, ma ad oggi viene prodotta un’unica etichetta di Pinot Nero Metodo Classico, con un riposo minimo di 24 mesi sui lieviti.
In degustazione il 2017 di cui sono state prodotte 3440 bottiglie delle quali ne sono state 1250 sboccate dopo 24 mesi.
Randevi, il suo nome, vuole ricordare i nomi delle figlie Rachele e Vittoria (le gemelle diverse) e quello del padre di Silvia Andrea, oltre ad essere un termine che ricorda il Ramo della Vite in dialetto.
Un vino verticale, senza liqueur, non dosato, schietto e sincero. Si sente il Pinot Nero con profumi di frutta secca, note floreali e fruttate; in bocca ha un’ottima acidità, quasi tagliente oltre alla mineralità che chiude in un finale abbastanza sapido e ben equilibriato. Un sorso invita al secondo e al terzo si può affermare che sgrassa alla grande il salame!

Azienda Agricola Cornera

L’Azienda Agricola Cornera prende il nome dalla zona in cui è situata, per l’appunto Cornera.
Finito l’assaggio andiamo a fare un giro delle vigne, dove si notano i diversi frazionamenti dei campi e l’impianto non omogeneo, a causa delle molteplici proprietà dei terreni.
La cantina ad oggi è condivisa con gli amici di un’altra azienda, che spero di andare presto a visitare, e per il futuro l’idea è quella di arrivare a regime con 3/4 ettari di vigneto.
Oltre al Pinot Nero, un piccolo appezzamento di Glera, che ad oggi non viene ancora vinificato e mi permetto di suggerire di produrre un rifermentato di montagna, vedremo nel prossimo futuro se il suggerimento verrà accolto.

Maglietta numero 13 per Silvia, la quale, mentre noi stavamo bighellonando non si è mai fermata nella potatura delle viti!

Azienda Agricola Cornera

Guarda anche...

Ultimi post

Categorie