APPASSIONATO DI VINO - NO INFLUENCER

lunedì, 4 luglio, 2022

Due chiacchiere con Senad Orascanin, creatore di Egginox

Due chiacchiere con Senad Orascanin, creatore di Egginox, le uova in acciaio per l’affinamento del vino

EgginoxIncuriosito dagli innovativi contenitori in acciaio presenti nella cantina Movia, decido di contattare Senad Orascanin, l’inventore del progetto Egginox.

Una chiacchierata virtuale per approfondire il progetto che si è sviluppato in piena pandemia, all’inizio del 2020. L’idea è nata un po’ per caso, un po’ per gioco e, in tutta trasparenza, dopo aver bevuto qualche calice nella cantina di un amico, scommettendo sulla fattibilità di creare delle uova in acciaio.

L’esperienza in questo settore da parte di Senad è ormai più che decennale avendo aperto Slometal, la sua fabbrica di lavorazione dell’acciaio a Nuova Goriza, nel 2009, anche in questo frangente in balia di una crisi economica che stava attanagliando il mondo.

Il primo Egginox creato è stato con una capienza massima di cinquecento litri, come un tonneau e a ruota lo hanno seguito quello da mille, millecinquecento, duemila, fino ad arrivare ai duemilacinquecento litri.

EgginoxPrima di immettere Egginox sul mercato sono stati diversi gli esperimenti di vinificazione, durante la vendemmia 2020, presso la vicina cantina Teza, vicino al castello di Vipulzano.

Uno su tutti con il Tocai che ha seguito tre affinamenti diversi: in vasche “normali” d’acciaio da millecinquecento litri, nell’uovo da cinquecento e in tonneau. Per l’assaggio del risultato finale sono stati chiamati diversi amici e persone del settore, che, alla cieca, hanno quasi unanimamente individuato quello di qualità migliore nell’affinamento in Egginox.

Il successo di questi vasi vinari è stato immediato e dopo pochi mesi sono stati venduti in California, Messico, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Serbia, Italia, Germania e ovviamente Slovenia, dove sorge l’impresa.

Un riscontro positivo da parte di diversi produttori a cui non è stata imposta la strada di cambiare contenitori di affinamento, ma hanno potuto toccare con mano i risultati che si ottengono con Egginox.

Egginox

Il valore aggiunto di questi vasi vinari, che sono rigorosamente fatti a mano, risiede nella forma a uovo che permette alle particelle presenti nel vino, di stare sempre in movimento e sospensione, non annidandosi sul fondo, come nel caso delle vasche più tradizionali.

Le sperimentazioni non si sono fermate e non si fermano tutt’oggi, creando nuovi modelli e addirittura un progetto speciale di uovo metà in legno e metà in acciaio.

Per il futuro non è sicuramente facile fare prospettive, visti i tempi, ma le previsioni di crescita sono sicuramente favorevoli, visto che i presupposti di avventurarsi in imprese imprenditoriali hanno sempre visto il punto di partenza in periodi di crisi.

EgginoxAbbiamo sempre cominciato con il tempo peggiore, puoi vivere nella m… , ma poi anche uscirci!

Recandomi a Nova Goriza non poteva mancare un saluto a Senad, in compagnia del socio Klemen e di un paio di calici!

Guarda anche...

Ultimi post

Tra le montagne bellunesi con Filippo de Martin, Roncoi (Belluno)

Filippo de Martin, Roncoi di San Gregorio, una cantina di montagna circondata dalle Dolomiti bellunesi innevate e da una quiete assoluta 26 Febbraio 2022 La storia di...

Azienda Muzic, assieme a Fabjan a San Floriano del Collio (Gorizia)

All’interno della storia della famiglia Muzic, assieme all’ultima generazione Fabjan Muzic che con il fratello Elia supporta i genitori nella conduzione dell’azienda 12 Febbraio 2022 Mattinata...

A San Floriano del Collio con Alexis Paraschos (Gorizia)

Un po’ di Grecia in Friuli, nell’azienda Paraschos, in compagnia di Alexis che assieme al fratello Jannis, supporta il padre Evangelos nella conduzione di...

Categorie